L’importanza del Tombolo nell’abito da sposa

Oggi vorrei farvi entrare in minima parte in quello che è il mio mondo, la storia del tombolo, dove tutto ebbe inizio.
Il tombolo ha origini antichissime, questa antica arte risale agli etruschi, le donne di ogni ceto sociale usava dei fuselli interamente in osso.
Inizialmente le donne usavano questa tecnica così antica per adornare casa, negli anni lo sviluppo del disegno fece sì che si utilizzassero anche sui corredi che si preparavano per i figli destinati a nozze.
Passarono gli anni fino ad arrivare alla rivoluzione francese che incise notevolmente sul mutamento del tombolo perché cominciarono ad usare i pizzi sugli abiti, più erano abbelliti da tali adornamenti più erano simbolo di nobiltà, il XVIII secolo fu di preparazione mentale ed ideale a quella che sarebbe stata la rivoluzione industriale del XIX. Pian piano si fece strada la lavorazione meccanizzata dei tessuti, il lavoro in serie fece perdere parecchia importanza al ricamo in generale vista la facile reperibilità, non capendo che perdevano di qualità e unicità.
Oggi la produzione del tombolo è più apprezzata per chi ama il bello, con un lavoro fatto su misura si ha maggior qualità, la difficile lavorazione lo rende unico nel suo genere e quindi con molto più valore.
Sono poche le persone che ancora conoscono la tecnica del tombolo, si tramanda da generazione in generazione e non tutti ne comprendono il vero valore, non sono solo dei ricami realizzati qui e lì su di un abito ma esiste un mondo dietro a tutto quel lavoro, fatto con amore e passione.
Kea Atelier situata in provincia di Catania vanta questa tecnica perché usata in modo eccelso, lasciando le nostre spose (e non solo) molto soddisfatte e con un prodotto che non ha nessuno perché unico e raro proprio come loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close

Sign in

Close

Cart (0)

Cart is empty No products in the cart.